I Grandi del Design: Paola Navone

grandi design

Paola Navone si laurea nel 1973 in architettura al Politecnico di Torino. Tra il 1970 e il 1980 ha lavorato al fianco di Alessandro Mendini,

Ettore Sottsass Jr. e Andrea Branzi nel gruppo Alchimia, l'ala più avanzata nel panorama del design italiano, sviluppando una posizione

d'avanguardia altamente stimolante e produttiva, che le vale, nel 1983, il prestigioso Osaka International Design Award,

conferito per la prima volta in quell'anno.

Nata a Torino, si è poi trasferita a Milano, anche se lei stessa si definisce prima di tutto un cittadina del mondo:

guidata dal suo grande interesse per le culture più diverse - in particolare quelle orientali - viaggia molto, seguendo una naturale inclinazione al

superamento dei confini, e non solo quelli geografici.

Nella sua lunga e poliedrica carriera ha interpretato diversi ruoli:architetto, designer, art director, arredatrice, saggista, insegnante, curatrice di

esposizioni ed eventi, sia in proprio che per prestigiosi marchi: Abet Laminati, Armani Casa, Knoll Internazionale, Alessi, Piazza Sempione, Mondo,

Driade, Orizzonti, Arcade, Oltrefrontiera, Casamilano, Antonangeli, Dada, Molteni, Natuzzi, Roche Bobois e Swarovski essendo solo alcuni esempi.

Gestisce la direzione artistica di Gervasoni dal 1998, oltre a progettare la maggior parte delle collezioni personalmente.