Gli stili d’arredamento: Differenze fra Shabby e Country style

header blog abitare 4

Chiariamo la differenza fra i due stili

 

Shabby-Chic-Bathroom-and-VanityShabby Chic è divenuto di recente l’ossimoro più famoso del design: letteralmente significa “trasandato elegante” e consta in una serie di accorgimenti che mirano a ottenere uno stile trasandato ma romantico e pratico, che ha come icone oggetti e mobili consumati dal tempo.

Lo Shabby nasce negli anni ’80 ad opera la designer americana Rachel Aswellche ne ha fondato una vera e propria filosofia: il trucco è saper unire il vecchio al nuovo, mescolando sapientemente gli oggetti.

Il risultato finale deve avere un'aria fresca e delicata, oltre che dare una nuova funzione a oggetti di uso  comune: così la specchiera  di un comò importante puòessere messa in bagno sopra a un lavandino  semplice o una vetrinetta ridipinta con toni pastello, può  essere esibita in camera da letto, trasformandosi  in un contenitore per le scarpe.

 

 

 

country styleIl Country Chic è invece l’arredamento tipico provenzale; “Country” letteralmente sta per campagnolo, ma questo non vuol dire affatto sciatto.
Questo stile, infatti, si sposa con le grandi case di campagna me sempre più spesso è usato anche da chi abita in città.
Come nello Shabby, il materiale predominante è il legno, ma è trattato con tonalità più scure, in modo da dare un effetto rustico: pavimenti rigorosamente di legno e colori tenui, i tessuti sono prevalentemente damaschi sbiaditi, lino stropicciato e stoffe di cotone.
 
La differenza fra i due stili sta proprio nella loro “missione”: mentre il Country appartiene alla categoria del rustico quindi con mobili pesanti e importanti, molto adatto a chi vuole condividere il calore della casa con la propria famiglia, lo Shabby è l’arredamento ideale per i vintage lovers, innamorati del riciclo e nostalgici di forme attempate ma sempre affascinanti, che però vengono scomposte e ricomposte in modo moderno.